La Fraternita

Luoghi del passato

I beni storici della Fraternita dei Laici che nel tempo sono passati di mano, come le Logge Vasari o l'Acquedotto vasariano, e le opere d'arte che  ora si trovano altrove per cessione, donazione o scambi e intese con altre istituzioni.
Il caso del celebre dipinto del Barocci  portato agli Uffizi per volere di Pietro Leopoldo di Lorena: come rifiutarlo al Granduca di Toscana?

luoghi del passato

Museo delle Antichità

Museo delle Antichità

Un polo culturale aretino 'ante litteram' nel palazzo di Fraternita in piazza Grande: un centro aggregante della cultura che prende vita alla fine del '700 con la Pubblica Libreria, ospita poi la Scuola libera di Disegno e il Museo delle Antichità. G.F. Gamurrini lo definisce "la sua vera scuola" e tale è stato nell'800: luogo di studi e di incontri per studiosi, intellettuali, ecclesiastici, giovani studenti, artisti e artigiani.

leggi tutto leggi tutto...
La scuola di disegno

La scuola di disegno

Una scuola pubblica e gratuita per formare abili artigiani e bravi artisti. Ad Arezzo, prima che in altre città toscane, si organizzano corsi di disegno per i "braccianti".

leggi tutto leggi tutto...
Pubblica Libreria

Pubblica Libreria

"Una Libreria nuova, se non vasta al pari delle Toscane biblioteche più celebri, uguale almeno ad esse e per la bontà dei volumi e per l'eleganza delle suppellettili e per il comodo degli Studiosi…".

leggi tutto leggi tutto...
Teatro di Fraternita

Teatro di Fraternita

Nella Piazza principale della città, si aprì per conto della Fraternita il primo teatro stabile. Luogo di cultura e divertimento, fu motivo di vanto per la nobiltà di Arezzo.

leggi tutto leggi tutto...
Cappelle di patronato

Cappelle di patronato

Nelle chiese importanti della città, privati cittadini facevano costruire cappelle o edicole a muro, spesso con l'intervento di artisti famosi. Molte di esse vennero affidate dagli stessi fondatori alla Fraternita, perché le mantenesse o le arricchisse.

leggi tutto leggi tutto...